Massimo Leanti

Massimo Leanti : insegnante di Modern Jazz

  • Massimo Leanti nasce a Torino dove comincia a studiare danza con Don Marasigan per la tecnica Jazz, con Ileana Iliescu, Joan Bosiok e Giulio Cantello per la tecnica classica, arricchendo poi la propria formazione presso il “Joe Tremaine Dance Center” e presso l’“EDGE Studio di Hollywood CA”. Partecipa a numerosi workshop con insegnanti di fama internazionale tra cui Luigi, Cloude Thompson, Alex Magno, Wes Veldink.
  • Intraprende la carriera di insegnante di Modern Jazz a partire dal 1988 presso la scuola del Teatro di Torino sotto la direzione artistica di Loredana Furno, dove rimane per tre anni. Nel 1991 si trasferisce a Ravenna dove apre la scuola “Progetto Danza” cominciando parallelamente a sviluppare l’interesse per la coreografia che lo porta a partecipare e vincere innumerevoli concorsi. Vittoria Ottolenghi lo chiama ospite nel 1997 all’Estate Fiesolana e a “Ballo è bello” presso il Teatro di Comacchio, nel 2000 al “Todi Festival”. Nel frattempo, nel 1998, crea una coreografia per i Percussionisti della Scala, nell’ambito della manifestazione “Ravenna Festival”.
  • Per il M.A.S di Milano, Accademia all’epoca diretta da Susanna Beltrami per la quale lavora dal 1998 al 2000, crea il suo primo spettacolo coreografato dal titolo “Wo-man” presentato a Roma al Teatro Valle, a Milano al Teatro Nuovo e alla Comuna Baires, al Festival di danza di Brisighella. Sempre per il M.A.S., nel 1999, mette in scena il suo secondo lavoro dal titolo “Aria”. Nello stesso anno viene chiamato dalla Compagnia del Balletto di Roma, diretta da Luciano Cannito, per coreografare un brano dal titolo “Contagio”.
  •  Nel 2000 mette in scena un lavoro ispirato al film “Central do Brasil” dal titolo “Post-Scriptum” con la regia di Maria Paola Cordella e inizia la collaborazione didattica con il “California Dance Center” di Milano. Dal 2002 ad oggi si concentra sull’insegnamento, stringendo collaborazioni con diverse scuole in tutta Italia e comparendo nel cast dei più rinomati stage. Nel 2005 partecipa a Vignale Danza con lo spettacolo dal titolo “Siasincrono” con le musiche dal vivo di Riccardo Genovese. Nel 2006 debutta sul palcoscenico di Alassio con il progetto  “Invideo, invidia”. Nel 2007 è il direttore artistico del festival Piossasco danza dove presenta la coreografia “Casa Kokeshi”. Dal 2008 è il direttore artistico del Workshop estivo Erice Danza, Nel 2012 mette in scena “40/15” al festival di Rivoli -To- Nel 2013 mette in scena a Caserta presso la Masseria 40 “Uomini di Cartone” dal 2012 al 2017 collabora con Dancehause, Accademia Beltrami, Accademia Kataklò, Modulo Factory, M.A.S.
  • Nel 2018 mette in scena con la compgnia MDA lo spettacolo Cascalaterra con la collaborazione della Band Torinese Eugenio in Via Digioia

Il Team